[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Consulenza automobilistica

Studi consulenza per la circolazione di mezzi di trasporto

Argument:

  • Trasporti e Viabilità |

Le istanze relative all'apertura, al trasferimento, alla modifica di titolarità degli Studi di Consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto, dovranno essere presentate al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune nel quale è ubicata la sede dell'attività (Art.1 della L.R. n.3/2008).

La modulistica potrà essere reperita dal sito http://www.sardegnasuap.it/.

Le istanze pervenute direttamente agli uffici della Provincia saranno dichiarate irricevibili e restituite al mittente.

Il D.M. 9/12/1992 assoggetta l'esercizio dell'attività a programmazione numerica.

Per aprire uno Studio di Consulenza sono necessari i seguenti requisiti:

-Titolare: aver raggiunto la maggiore età; non aver riportato condanne definitive per delitti contro la pubblica amministrazione, contro l’amministrazione della giustizia, contro la fede pubblica, contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio, ovvero per i delitti di cui agli artt. 575, 624, 628, 629, 630, 640, 646, 648, e 648 bis del Codice Penale, per il delitto di emissione di assegno senza provvista di cui all’art.2 della Legge 386/1990, per qualsiasi altro delitto non colposo per il quale la legge preveda la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e nel massimo, a cinque anni, salvo che non sia intervenuta sentenza definitiva di riabilitazione; non essere stato sottoposto a misure amministrative di sicurezza personali o a misure di prevenzione; non essere stato interdetto o inabilitato.

Essere in possesso dell’attestato di idoneità professionale di cui all’art. 5 della legge264/1991.

- Locali: un ufficio ed un archivio di almeno 30 metri quadri di superficie complessiva, con non meno di 20 metri quadri utilizzabili per il primo, se posti in ambienti diversi. L’ufficio, areato ed illuminato, deve essere dotato di un arredamento atto a permettere un temporaneo, agevole stazionamento del pubblico;servizi igienici composti da bagno ed antibagno illuminati ed areati (art. 16 Regolamento Provinciale).

Capacità finanziaria: mediante attestazione di affidamento continuativo nelle varie forme tecniche di € 51.645,00, rilasciata da parte di aziende o istituti di credito, o società finanziarie con capitale sociale non inferiore a 2.582.284,50 € (art. 8 Regolamento Provinciale).

 

[ Back to the top ]

[ Skip at Menu navigation ]

Search

[ Back to the top ]