[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Convegno di presentazione del Piano strategico provinciale (Thursday, January 28, 2010)

Argument:

  • Europe Direct |

provincia «Una strategia per lo sviluppo del territorio a partire dalle sue specificità». Il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, definisce così il Piano strategico provinciale, che verrà presentato ufficialmente alle 9.30 nella sala convegni del Carmelo, in viale Umberto, che per l’occasione riaprirà i battenti per la prima volta dopo il significativo restyling di cui è stato oggetto in questi anni. Una scelta non casuale, perché all’inaugurazione del nuovo spazio convegnistico che l’amministrazione provinciale restituisce alla città e al territorio corrisponde l’inizio di una fase nuova. Una stagione che avrà come costante punto di riferimento il Piano strategico provinciale, alla cui realizzazione la Provincia di Sassari arriva dopo tre anni di stretta collaborazione con l’Università di Sassari e di intenso confronto con i diversi territori che compongono l’area provinciale e con i loro attori istituzionali, politici, economici, sociali e culturali.
La stesura del Piano strategico provinciale ha rappresentato uno dei punti centrali dell’impegno compiuto da Alessandra Giudici e dalla sua amministrazione per ridefinire il Sistema Provincia in funzione del mutato quadro economico e istituzionale. Da un lato, infatti, il mandato amministrativo che giunge a conclusione è il primo dopo la separazione dalla Gallura, e questo ha senz’altro imposto «la necessità di individuare e condividere i caratteri essenziali della nuova identità che il territorio ha assunto», come spiega la stessa Alessandra Giudici. D’altro canto, gli eventi economici – alcuni dei quali particolarmente critici – hanno imposto «il bisogno di ripensare il destino di un territorio che ha scoperto, proprio dinanzi alle difficoltà, di avere la forza, la volontà e le potenzialità di risorgere e di scommettere su se stesso», afferma ancora il presidente della Provincia di Sassari.
“Piano strategico provinciale – Un modello operativo per il Patto per il Nord Ovest”. Il titolo scelto per il convegno spiega in maniera molto eloquente quale sia il percorso compiuto dall’attuale amministrazione provinciale. A meno di tre anni da quel 27 marzo 2007 – quando il presidente Giudici, nel corso di un incontro organizzato a Ozieri dalla Camera di Commercio per parlare di risorse, di sviluppo e di aree interne, lanciò l’idea di una alleanza per il rilancio del nord-ovest Sardegna – arriva a compimento il processo avviato proprio col Patto per il Nord Ovest Sardegna. Si tratta del documento sottoscritto il 12 aprile 2007 in sala Angioy da enti locali, mondo produttivo e parti sociali, attraverso cui la Provincia si è impegnata a realizzare una strategia complessiva di crescita della comunità provinciale. «Che il patto serva per trasformare le esperienze che il territorio ha portato avanti sinora, in assenza di una condivisa strategia di sviluppo, in un sistema di relazioni territoriali che rappresenti tutti, anche i semplici cittadini, per elaborare insieme un progetto di sviluppo sociale, economico e culturale», era stato detto all’epoca. Oggi quel sistema ha un nome e dei contenuti meno ipotetici e più precisi: è il Piano strategico provinciale.
Il Piano Strategico Provinciale è impostato come quadro di coordinamento di tutte le attività di programmazione e pianificazione della Provincia. In concreto, rappresenta un modello di analisi e di azione innovativo e immediatamente operativo. Il convegno servirà per illustrarne i contenuti e le scelte metodologiche, ma anche per riflettere sugli scenari futuri del territorio, sulle strategie intraprese e sulle prospettive di implementazione futura. La sessione mattutina dei lavori inizierà alle 9.30 e sarà introdotta da Alessandra Giudici. Al suo intervento seguirà quello del rettore dell’Università di Sassari, Attilio Mastino. Entreranno più nel dettaglio gli interventi di Salvatore Masia, dirigente del settore Programmazione dell’amministrazione provinciale, e di Giovanni Macciocco, che oltre a presiedere la Facoltà di Architettura di Alghero è anche il coordinatore scientifico del Piano strategico provinciale. Chiuderanno la mattinata Paolo Ceccarelli, esperto di pianificazione strategica dell’Università di Ferrara, che ha collaborato col coordinamento scientifico del Piano, e Antonio Sanna, dirigente del settore Programmazione della Provincia di Oristano, che sino allo scorso anno ha seguito la Pianificazione all’interno dell’amministrazione provinciale di Sassari. La seconda sessione, il cui inizio è fissato per le 12.15, prevede l’intervento di docenti, ricercatori e studiosi che hanno lavorato all’elaborazione del Piano per conto delle Facoltà di Architettura, Economia, Agraria, Scienze politiche e Scienze matematiche, fisiche e naturali.

[ Back to the top ]