[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Special Olympics, grande successo per i campionati regionali di nuoto a lu fangazzu lo sport diventa «strumento per abbattere le barriere» (Friday, March 5, 2010)

nuoto
«Che io possa vincere. Ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze». L’hanno gridato in coro, alla lettura in italiano, logudorese, campidanese e sassarese del giuramento con cui si sono inaugurati i Giochi regionali di nuoto riservato agli atleti dello Special Olympics, andati in scena lo scorso fine settimana nelle piscine sassaresi di Lu Fangazzu. Poi si sono fatti interpreti di quelle parole attraverso due giorni di gare all’insegna dei più alti valori dello sport, di cui sono fieri interpreti. Alla fine hanno vinto tutti, a iniziare dagli organizzatori. Davanti a un pubblico straordinariamente numeroso ed entusiasta, davanti al presidente della Provincia, Alessandra Giudici, davanti al sindaco di Sassari, Gianfranco Ganau, e davanti all’assessore provinciale dello Sport, Roberto Desini, hanno vinto l’amicizia e lo sport. E hanno vinto loro, gli atleti provenienti da Mamoiada, Cagliari, Carbonia, Sarrubus, Dorgali, La Maddalena e Sassari. Settanta nuotatori in tutto, ospiti della Sport Full time, la società di nuoto sassarese che ha casa nelle piscine di via Romita.
A tenere a battesimo la prima edizione dei Giochi regionali di nuoto è stato il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, che ha seguito tutte le gare in compagnia degli atleti. Guidati da Adelaide Mura, responsabile regionale del settore nuoto dello Special Olympics e tecnico della Ge.Na. Sassari, la società che ha organizzato la manifestazione, i partecipanti si sono sfidati in diverse gare individuali e in entusiasmanti staffette. Alla fine hanno prevalso le due formazioni più numerose, Olimpia Carbonia e Ge.Na. Sassari, cui sono andati rispettivamente sette e nove titoli regionali. In conclusione, grande cerimonia di premiazione nella sala Angioy del palazzo della Provincia, a testimonianza dell’impegno con cui l’amministrazione provinciale sostiene e promuove l’attività sportiva per i disabili, vero e proprio strumento per abbattere le barriere fisiche e culturali.

[ Back to the top ]