[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Insediata la seconda amministrazione Giudici (Thursday, July 8, 2010)

Si è insediato il nuovo consiglio provinciale di Sassari. Il primo atto ufficiale dell’assemblea eletta lo scorso 31 maggio è stata la convalida del verdetto elettorale e la conseguente proclamazione dei suoi componenti. Fanno parte del consiglio provinciale: Paolo Bussu, Alba Canu, Gian Nicola Cabizza, Mario Pala, Angelo Pirisi, Antonio Tanca, Giovanni Serra e Gianfranco Strinna del Partito Democratico; Enrico Piras, Gaetano Ledda, Franco Corda e Giovanni Senes per l’Unione popolare cristiana; Roberto Desini, Daniele Arca e Antonio Giuseppe Marras per l’Italia dei valori; Salvatore Meloni e Alessandro Unali per la Sinistra Unita; Giommaria Deriu per il Partito dei Comunisti italiani. Si tratta della componente di maggioranza, che alle amministrative di fine maggio ha sostenuto la rielezione di Alessandra Giudici. Per l’opposizione entrano invece in consiglio: Mariano Mameli e Gavino Sale, entrambi candidati alla carica di presidente della Provincia; Ennio Ballarini, Toni Faedda, Piero Fiori e Giuseppe Pilo del Popolo delle Libertà; Antonio Canu e Michele Posadinu dell’Udc; Antonello Palmas e Giovanni Moro del Psd’az; Antonio Giuseppe Mellino dei Riformatori; Grazia Onida del Movimento per le Autonomie.

Immediatamente dopo, il consiglio ha provveduto all’elezione del proprio presidente, dei vicepresidenti e dei segretari questori. Sullo scranno più alto di sala Sciuti siederà ancora Enrico Piras (Upc), che ha ricoperto lo stesso incarico nei primi cinque anni dell’amministrazione Giudici. Eletti alla carica di vicepresidente Alba Canu (Pd) per la maggioranza e Toni Faedda (Pdl) per la minoranza. Completano l’ufficio di presidenza del consiglio Daniele Arca (Idv) e Grazia Onida (Mpa), eletti come segretari questori rispettivamente per la maggioranza e per la minoranza.

Il consiglio è poi proseguito col giuramento del presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, rieletta col 50,7% dei voti alle elezioni amministrative che si sono svolte gli scorsi 30 e 31 maggio. Dopo aver giurato fedeltà alla Costituzione, Alessandra Giudici ha presentato la sua squadra di governo. A far parte dell’esecutivo in vista di questo secondo, impegnativo mandato amministrativo sono stati chiamati Roberto Desini, che ricoprirà la carica di vicepresidente con delega alle Politiche per lo sviluppo economico (turismo, attività produttive, commercio e agricoltura) e allo Sport; Enrico Bachisio Daga, cui sono affidate le deleghe per le Politiche finanziarie e del bilancio, la Programmazione e la Pianificazione territoriale; Paolo De Negri, con delega alle Politiche ambientali, alla Protezione civile e alle Energie rinnovabili; Rosario Musmeci, con delega alle Politiche del lavoro, della Formazione professionale e dell’Istruzione; Antonio Nieddu, con delega alla Viabilità, ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile; Piermario Manca, con delega alla Valorizzazione e gestione del patrimonio e all’Edilizia scolastica; Giommaria Deriu, con delega agli Affari generali, appalti e contratti, rapporti con il Consiglio, attuazione del programma. Alessandra Giudici ha assunto ad interim la delega alle Politiche sociali, giovanili, culturali, della salute e alle Pari opportunità.

Gli assessori Roberto Desini e Giommaria Deriu, eletti alla carica di consiglieri provinciali rispettivamente con Italia dei Valori e Partito dei Comunisti italiani, lasciano il consiglio. Al loro posto il primo dei non eletti nella lista di ciascun partito: si tratta di Franco Sanna (Idv) e Angelo Sini (Pdci). L’assessore Piermario Manca, dinanzi a un dubbio circa la sua eleggibilità alla carica di consigliere provinciale (era stato eletto con l’Unione popolare cristiana ma era anche amministratore delegato della Multiss, società di proprietà dell’amministrazione provinciale), nei giorni scorsi aveva già rassegnato le dimissioni, consentendo che al suo posto venisse proclamato già stamattina, in occasione della prima seduta consiliare, il primo dei non eletti dell’Upc: Giovanni Senes.

 

[ Back to the top ]