[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

“Strange Fruits”, prove tecniche di integrazione: domani inaugura la mostra alla Frumentaria (Monday, October 11, 2010)

 

«Gli alberi del sud danno uno strano frutto, sangue sulle foglie e sangue sulle radici, un corpo nero si agita nella brezza del sud, strano frutto che penzola dagli alberi di pioppo». Potenza dei versi di Strange Fruit, brano di Abel Meeropol portato al successo da Billie Holiday, che la eseguì per la prima volta al Café Society di New York nel 1939. Lo “strano frutto” di cui si parla nella canzone è il corpo di un nero che penzola da un albero. Nata come denuncia contro i linciaggi nel sud degli Stati Uniti, la canzone è diventata presto espressione del movimento per i diritti civili e col passare del tempo un vero e proprio simbolo. Infatti Strange Fruit ha avuto per il movimento per i diritti civili negli Usa la stessa importanza simbolica del gesto di Rosa Parks, famosa per non aver ceduto nel 1955 il posto sull’autobus a un bianco, dando così origine al boicottaggio degli autobus in Alabama.

Salutata come “la Marsigliese nera”, oppure osteggiata come “propaganda”, nel corso del tempo Strange Fruit è diventata una domanda di rispetto e giustizia. Proprio per questo oggi il titolo di quella canzone dà il nome a un progetto realizzato dal settore per le Politiche dell’immigrazione della Provincia di Sassari per raccontare – attraverso i volti e le parole dei diretti interessati – un territorio che cambia anche grazie all’acquisizione di una dimensione multirazziale e multiculturale. Fortemente voluto dall’ex assessore Salvatore Marino e sostenuto dal suo successore, l’attuale assessore Rosario Musmeci, il progetto – patrocinato anche dal Comune di Sassari e sostenuto dall’Arci provinciale – arriva al suo culmine. È prevista infatti per – mercoledì 13 ottobre – alle 18.30 nelle sale del pian terreno del palazzo della Frumentaria l’inaugurazione della mostra fotografica “Strange Fruits – Ventuno storie di ordinaria integrazione nella provincia di Sassari”, a cura del fotografo Pierfranco Cuccuru. Verrà presentato anche l’omonimo volume, con gli scatti dello stesso Cuccuru e i testi di Sergio Scavio.

All’appuntamento di domani, che si protrarrà sino alle 21, presenzieranno il presidente della Provincia, Alessandra Giudici, l’assessore provinciale delle Politiche dell’immigrazione, Rosario Musmeci, il suo predecessore, Salvatore Marino, il presidente provinciale dell’Arci, Franca Puggioni, e l’assessore delle Culture del Comune di Sassari, Dolores Lai. La mostra resterà aperta sino al prossimo 25 ottobre dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

[ Back to the top ]