[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Unità d’Italia, il Nord Ovest Sardegna celebra il 150° anniversario con una ricca serie di appuntamenti (Monday, March 14, 2011)

Argument:

  • Cultura |
150 anni

Mostre, convegni, spettacoli teatrali, concerti. Ma soprattutto un lungo e ricco calendario di manifestazioni di piazza, per dare il senso pieno della festa a un’occasione straordinaria come la celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il cartellone allestito dal Nord Ovest Sardegna, sotto la regia della Provincia di Sassari, coinvolge tutto il territorio in un grande evento itinerante che prenderà il via proprio in questi giorni, in prossimità di quel 17 marzo 2011 per il quale il governo ha proclamato la Festa nazionale, e andrà avanti per tutto l’anno. Dalle piazze dei principali centri del territorio alle scuole, dalle istituzioni agli attori economici, sociali e culturali: tutti insieme per un’occasione in cui il territorio e la Provincia di Sassari, che è nata nel 1859 e il processo di unificazione politica e amministrativa l’ha assistito e assecondato sin dalla sua genesi, si vogliono sentire fieri protagonisti, «testimoni di quel sentimento fondato sull’identità plurale del nostro Paese, fatto di diversità che oggi come in passato devono rappresentare una ricchezza e un motivo di orgoglio», come sostiene il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici.

Negli ultimi mesi il settore Istruzione e il settore Cultura dell’amministrazione provinciale hanno lavorato di concerto con le amministrazioni comunali e le scuole superiori. Il risultato è tutto in un calendario di appuntamenti con cui «aiutiamo le nuove generazioni a conoscere o recuperare le ragioni del senso di appartenenza a un Paese, ossia a una comunità e a un popolo al quale, nel bene e nel male, la storia ha affidato un destino comune», è la riflessione dell’assessore provinciale dell’Istruzione, Rosario Musmeci. Mentre per l’assessore provinciale della Cultura, Bruno Farina, «la celebrazione per l’anniversario dell’Unità d’Italia è l’occasione per esaltare l’identità di ciascuna comunità e del ruolo che ha avuto, anche attraverso le autonomie locali che la governano, nel faticoso percorso verso un’unità che deve essere anzitutto patrimonio culturale».

Oltre a sostenere le iniziative messe in campo da diversi Comuni del Nord Ovest Sardegna, richiamate nel cartellone degli eventi che prenderanno il via nei prossimi giorni sotto lo slogan “150 anni di orgoglio e sacrificio” proprio per esaltare il senso di unitarietà del territorio, la Provincia di Sassari ha organizzato e promosso due iniziative in particolare. La prima è in programma per la mattina del 16 marzo ed è stata messa in piedi insieme al Liceo “Margherita di Castelvì” di Sassari. Guidati da docenti e allievi dell’istituto di via Manno, tre grandi cortei composti dai bambini delle scuole elementari cittadine attraverseranno le vie del centro e si raduneranno in piazza d’Italia. Saranno vestiti di verde, bianco e rosso, una volta giunti nella piazza comporranno un grande tricolore. Ad accoglierli gli attori Maurizio Giordo e Mauro Cossiga che, vestiti da gentiluomini ottocenteschi, ripercorreranno simpaticamente le tappe principali del Risorgimento. I ragazzi del liceo e quelli dello Younicef, il movimento giovanile dell’Unicef, distribuiranno palloncini tricolori tra tutti i bambini mentre dal palco, sopra la scalinata, partiranno le note dell’Inno nazionale, eseguito dalla banda cittadina. Subito dopo, la performance dei due attori, che faranno da padroni di casa nel corso dell’intera manifestazione, sarà dedicata al racconto della nascita della bandiera e dell’inno mentre i bambini, con le tempere, realizzeranno un grande tricolore su un telo di stoffa bianca posto per terra.

All’inaugurazione ufficiale del centocinquantenario interverranno le autorità politiche, religiose e militari del territorio, i cui interventi lasceranno poi spazio al racconto delle gesta di alcuni protagonisti del Risorgimento. A seguire, gli studenti di tutte le età leggeranno alcuni articoli dello Statuto Albertino e della Costituzione. Gran finale con il lancio dei palloncini.

Sarà invece Martis, il pomeriggio del 17 marzo, la sede di un evento che la Provincia di Sassari e i Comuni del territorio hanno voluto dedicare agli enti locali e al fondamentale ruolo svolto per il bene e lo sviluppo del Paese e delle comunità locali. L’evento, al quale prenderanno parte sindaci e amministratori, prenderà il via alle 16 con l’arrivo delle bande musicali di Ittiri, Ozieri, Sassari, Villanova Monteleone e della Fanfara dei Bersaglieri di Iglesias, che con la loro musica animeranno le vie del paese prima di approdare in piazza San Giovanni. La cerimonia, alla quale sono stati invitati anche il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, e gli assessore regionali della Cultura e degli Enti locali, Sergio Milia e Nicola Rassu, proseguirà con gli interventi delle autorità, cui seguirà il concerto bandistico.

[ Back to the top ]