[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Sicurezza nelle scuole, la provincia: «lavoriamo per fare in modo che non ci sia alcun rischio» (Monday, December 2, 2013)

Istituti superiori

 

«Lavoriamo per fare in modo che episodi come quello avvenuto nel liceo di Cagliari non possano verificarsi». È la rassicurazione dell’assessore provinciale dell’Edilizia scolastica, Gaetano Ledda.

Per l’esponente dell’esecutivo di piazza d’Italia, «il settore Edilizia e Patrimonio del nostro ente è costantemente impegnato, anche attraverso il supporto operativo della Multiss, in un’attività di monitoraggio che ci consente di tenere sotto controllo lo stato di salute degli edifici che ospitano gli istituti scolastici superiori del Nord Ovest Sardegna». Monitoraggio a parte, «è in corso una grande opera di manutenzione ordinaria che interessa numerosi istituti – aggiunge Gaetano Ledda – e il piano triennale delle opere pubbliche è largamente dedicato alla sicurezza delle scuole, che per la nostra amministrazione rappresenta una priorità».

A rassicurare ulteriormente il “pianeta scuola” è l’assessore provinciale dell’Istruzione, Rosario Musmeci. «Sulle scuole abbiamo fatto investimenti considerevoli – dice l’assessore – e negli ultimi anni l’edilizia scolastica è sempre stata la principale voce di spesa del bilancio della Provincia di Sassari». Anche nel bilancio di previsione del 2013 appena approvato, «nonostante le difficoltà incontrate a causa della drastica riduzione di risorse disponibili, siamo comunque riusciti a trovare i soldi necessari per garantire agli edifici e a chi li vive quotidianamente accettabili livelli di sicurezza», prosegue Musmeci. «Certo è che, se le cose continueranno ad andare in questa direzione, con una contrazione costante delle disponibilità per le Province o per gli enti che le sostituiranno nella competenza dell’edilizia scolastica – ammonisce Musmeci – sarà sempre più difficile assicurare gli standard qualitativi sin qui mantenuti, ma sarà messa in serio pericolo anche l’incolumità di studenti, docenti e personale non docente».

[ Back to the top ]