[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Vota e sostieni Or@ale (Thursday, January 16, 2014)

vota Orale

OR@LE

IL PROGETTO N. 26 SELEZIONATO DEL BANDO CHE FARE

Abbiamo tempo dal 15 gennaio al 13 marzo 2014!

 

COS'E'?

  • Il Bando cheFare2 mette in palio 100.000 euro per un progetto scelto da una Commissione di esperti e una giuria popolare.
  • Sono arrivati oltre 600 progetti da tutta Italia.
  • Or@ale - il progetto dell'archivio partecipato ed il Fondo De Mauro - è stato selezionato dalla Commissione di esperti fra i 40 progetti.
  • la seconda selezione, viene realizzata da una giuria popolare che sceglierà i 9 progetti finalisti
 

COSA FARE?

  • Condividere sui social, entrare nel gruppo dei sostenitori attivi e diventare un nodo della Rete sul proprio territorio. Fare conoscere e firmare (on line) la petizione a favore del progetto numero 26 (Or@le)

Cos'è l'Archivio e dove vederlo

L'archivio partecipato in cui confluirà il fondo De Mauro, le ricerche dei "Cercatori di tracce", ma anche delle singole persone, dei gruppi, delle scuole che stanno partecipando è già on line su www.reteitalianaculturapopolare.org . È gratuito. Potete vedere quello che abbiamo già caricato, e volendo farvi un vostro profilo per caricare a vostra volta. La proprietà dei documenti rimane di chi li mette a disposizione. La cultura se non è condivisa a cosa serve!? Troverete documenti unici, in formato librario, musicale, foto e video. Un'Italia diversa da quella che si vede in televisione o nell'idea troppo spesso semplificata nella cultura degli eventi. Luoghi che hanno un'anima e non vogliono essere trasformati in musiche da omologati Ipermercati. Un luogo dove le persone che abitano un territorio producono a loro volta un'azione culturale, la riconoscono come propria, che sia un rito, una festa o una traduzione artigianale. La Cultura di cui parliamo e vogliamo raccontare e fotografare è quella che ha creato le nostre molteplici identità. Il quadro che se ne ricava è unico, dentro di esso i semi di un futuro che deve trovare il coraggio di coltivare le proprie biodiversità culturali per confrontarsi veramente con se stesso e con il resto del mondo. Ogni documento viene geolocalizzato e taggato, questo permette alla ricerca di avere molti punti di riferimento e di disegnare una mappa della nostra società che deve ridare dignità al nostro paese.

Che cos'è Or@le?

Or@le è il progetto che è stato selezionato tra i primi 40 degli oltre 600 presentati da tutta Italia al Bando Che Fare. È per la Rete Italiana di Cultura Popolare, ma soprattutto per i territori, i comuni, le scuole, le biblioteche, gli operatori culturali, i ricercatori, gli appassionati. La possibilità di farli diventare un progetto di tutti. Si è previsto difatti di ampliarlo tecnicamente, di sviluppare un applicazione per gli Smart Phone ed un impegnativo programma di attivazione delle comunità attraverso formatori preparati ed itineranti. Un lavoro che vedrà impegnati esperti, giovani, operatori per disegnare la prima mappa della cultura orale.

Come formare una catena umana di sostegno?

Basta avere una propria mail ed andare sul sito http://www.che-fare.com Inoltre proporsi come "nodo" della Rete entrando a far parte del gruppo che da oggi al 13 marzo lavoreranno per coinvolgere più persone possibile in questa nuova sfida.

[ Back to the top ]