[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Occupazione, ecco i contributi per chi assume lavoratori diversamente abili (Wednesday, January 29, 2014)

Alessandra Giudici

La Provincia di Sassari investe più di 380mila euro per favorire l’occupazione dei diversamente abili, attraverso l’attivazione di tirocini di formazione e orientamento o l’assunzione a tempo determinato nelle imprese che parteciperanno al bando. L’avviso pubblico predisposto dal settore Lavoro dell’amministrazione provinciale sarà pubblicato nei prossimi giorni, e da quel momento verrà dato il via libera formale all’erogazione dei finanziamenti ottenuti attraverso il Fondo regionale per l’occupazione dei diversamente abili a favore delle categorie indicate all’articolo 1 della legge 68 del 1999, con la quale è stata favorita per via normativa la promozione dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro, attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato.

Della quota del Fondo regionale destinata alle casse di piazza d’Italia, la parte più consistente finanzierà le attività di tirocinio. Poco più di 241mila euro serviranno infatti a questo scopo. A stabilirlo è il Programma di ripartizione delle risorse trasferite dalla Regione alle Province, approvato dall’ente che amministra il Nord Ovest Sardegna esattamente un anno fa, che riserva il 62,5% delle risorse ai tirocini, il 25% alle assunzioni a tempo determinato e il 12,5% a progetti specifici.

Nei termini per la richiesta dei contributi sarà indicato anche il tipo di procedura che sarà seguita, ossia la procedura “a sportello”, con l’individuazione dei beneficiari in base all’ordine cronologico delle domande di ammissione che perverranno agli uffici della Provincia, naturalmente fino a esaurimento delle risorse disponibili.

A beneficiare delle risorse previste per i tirocini saranno tutti coloro che, a seguito di apposita convenzione stipulata con il Servizio di inserimento mirato della Provincia di Sassari, intendano svolgere o abbiano svolto un tirocinio a far data dal 1° settembre 2012.

Potranno far richiesta anche i datori di lavoro che, a seguito di una convenzione stipulata con lo stesso Servizio di Inserimento Mirato della Provincia di Sassari, attivino o abbiano attivato un tirocinio dal 1° settembre 2012 con disoccupati e inoccupati iscritti alle liste cui fa riferimento la alla legge 68 del 1999.

Per le assunzioni a tempo determinato invece, i contributi potranno essere richiesti dai datori di lavoro non obbligati alle prescrizioni della legge 68 del 1999, che assumano per almeno dodici mesi o abbiano assunto per lo stesso periodo, dal 1° settembre 2012, persone diversamente abili che presentino un’invalidità pari o superiore al 67%. L’importo previsto è pari a 8mila per assunzioni full time e 4mila euro in caso di contratto part time.

«Si tratta di iniziative che coinvolgono tutte le imprese prive di qualsiasi obbligo di legge rispetto all’assunzione dei diversamente abili», sottolinea l’assessore provinciale del Lavoro, Rosario Musmeci. «Questa è la vera scommessa che facciamo con l’obiettivo di trasformare le politiche attive del lavoro in opportunità concrete – aggiunge il presidente della Provincia, Alessandra Giudici – favorendo l’integrazione di chi parte da oggettive condizioni di svantaggio».

[ Back to the top ]