[ Skip menus and services and go directly to content ]

[ Skip at Orizzontal menù ]

On this page are available the following services:
Orizzontal menù [1];
Language [2];
Search engine [3];
Menu navigation[4];
Contents;

[ Back to the top ]

[ Skip at the Language ]

[ Back to the top ]

[ Skip at the Search engine ]

[ Back to the top ]

Read the News

Provincia-Regione, ok a soluzione temporanea. Alessandra Giudici: «ma va sbloccato il fondo». (Thursday, July 24, 2014)

Presidente «Abbiamo ottenuto un impegno formale da parte della Regione per il trasferimento di quante più risorse possibili, così da intervenire sui settori più a rischio e in modo che la riduzione dei contratti di servizio con la Multiss possa essere sensibilmente ridimensionato». Il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, riferisce così la vittoria a metà ottenuta oggi a Cagliari, al termine di un confronto serrato con l’assessore regionale degli Enti locali, Cristiano Erriu, e con il capo di Gabinetto della presidenza della Regione, Filippo Spano. Il faccia a faccia che si è appena concluso è stato convocato dallo stesso Erriu per cercare insieme alla Provincia una soluzione all’intricata vicenda prodotta dal taglio nei trasferimenti dal Fondo unico regionale alle casse della Provincia. Un ammanco di 4milioni e 300mila euro, prodotto da una delle ultime delibere della giunta Cappellacci, che ha costretto l’amministrazione provinciale e denunciare già da mesi il rischio che alcuni istituti superiori possano restare chiusi all’inizio del prossimo anno scolastico, o che alcune strade debbano essere dichiarate inagibili per impossibilità di manutenzione.


Dopo mesi di lettere, comunicati, confronti, assemblee e rassicurazioni, oggi la vicenda ha fatto il primo, parziale passo in avanti. «Il problema del Fondo unico regionale, la cui variazione deve necessariamente passare per il consiglio, resta in piedi e ci lascia con le stesse preoccupazioni con cui siamo venuti a Cagliari – spiega Alessandra Giudici – sia per quel che riguarda il destino dei lavoratori, sia per quanto riguarda la possibilità che la Provincia assolva i suoi doveri e possa garantire i servizi a rischio di cui si parla da mesi». Ma l’incontro con Erriu e Spanu è servito per trovare una soluzione temporanea «che consenta di allungare la vita della Multiss ancora per qualche mese, sperando che nel frattempo giunta e consiglio regionale trovino il modo e le risorse per sbloccare il Fondo unico, come richiesto da tutti gli enti locali della Sardegna e come necessario».


La soluzione individuate per “tamponare” l’emergenza consiste nell’impegno che entro agosto, mese già indicato dalla Provincia come ultimo termine per cui si dispone di risorse a sufficienza da non dover procedere con i tagli dei contratti con Multiss, la Regione trasferirà alla Provincia quelle risorse per le quali l’ente intermedio aveva fatto già richiesta attraverso canali di finanziamento dedicati, come nel caso di alcuni bandi per l’edilizia scolastica o per la viabilità. «Entro la settimana prossima gli uffici dei diversi settori della Provincia lavoreranno insieme ai vari assessorati regionali per individuare le possibili somme che copriranno parzialmente il buco di 4milioni e 300mila

[ Back to the top ]