[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Apertura agenzia

Apertura agenzia

Argomento:

  • Turismo |

Apertura ed esercizio dell'attività

Ai sensi della Legge Regionale 5 marzo 2008, n. 3 art. 1 comma 20, le richieste e le dichiarazioni relative ai procedimenti amministrativi inerenti le attività economiche e produttive di beni e servizi sono presentate, per via telematica, al “SUAP” (Sportello Unico per le Attività Produttive) del comune nel cui territorio è situato l’impianto produttivo.

Descrizione del procedimento:
L’apertura e l’esercizio delle agenzie di viaggio e turismo è soggetta a procedimento autocertificativo di cui alla L.R. n. 3/2008, art. 1, commi 16-32.
La dichiarazione autocertificativa di avvio della nuova attività, corredata della documentazione attestante la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge per la realizzazione dell’intervento, è presentata allo Sportello “SUAP” competente dal titolare o dal rappresentante legale della società, il quale rilascia una ricevuta che, unitamente alla documentazione prescritta, costituisce titolo autorizzatorio per l’immediato avvio dell’intervento dichiarato.

Dal 29 marzo 2011, a seguito dell’entrata in vigore del D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160, è previsto l’invio telematico delle pratiche allo Sportello SUAP territorialmente competente. In mancanza di firma digitale e posta elettronica certificata, l’imprenditore potrà trasmettere la pratica per via telematica tramite un professionista o consulente o associazione, muniti di apposita abilitazione, al quale è conferita una procura speciale.

A seguito del ricevimento, da parte dello Sportello Unico, della dichiarazione autocertificativa completa di tutta la documentazione, l'Ufficio della Provincia di Sassari avvia l'istruttoria per l’accertamento dei requisiti di legge.

Requisiti per l'apertura di un'agenzia di viaggio e turismo:

Requisiti soggettivi:
a) insussistenza, nei confronti dei soggetti interessati, di cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575;
b) possesso, in capo al titolare della ditta individuale ovvero al rappresentante legale della società, dei requisiti morali di cui agli artt. 11, 12, 92, 131 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. n. 773/1931 e successive modificazioni e integrazioni;
c) idoneità tecnico-professionale del direttore tecnico designato, accertata con l’iscrizione al Registro regionale dei direttori tecnici.

Requisiti oggettivi:
a) idoneità tecnico-funzionale e di ubicazione dei locali scelti come sede sia dell’agenzia che delle sue eventuali filiali e succursali, con riguardo anche alla disponibilità nelle immediate vicinanze di adeguate zone di parcheggio. I locali devono essere comunque indipendenti rispetto all’esercizio di attività estranee a quelle istituzionali di agenzia;
b) adeguato decoro dell’arredamento dei locali;
c) moderna efficienza delle attrezzature e degli strumenti operativi;
d) possesso della capacità finanziaria rapportata al capitale minimo previsto dalle leggi vigenti per le società a responsabilità limitata.


Denominzione agenzia:

L'Agenzia, ai sensi dell'articolo 5, comma 4, della L.R. n. 13/1988, non può adottare la denominazione di Comuni o regioni italiane; non può adottare, altresì, la denominazione uguale o simile a quella di altre agenzie già operanti nel territorio nazionale.

Modulistica e documentazione:

La modulistica è presente sul portale web www.suapsardegna.it

- dichiarazione unica autocertificativa (DUAAP);

- modello relativo all’avvio di nuova attività (Allegato C-1);

- modello relativo alla tipologia dell’attività (Allegato B-22);

- dichiarazione del direttore tecnico designato (Allegato D-8);

- dichiarazione sostitutiva del possesso dei requisiti “antimafia”, da compilarsi a cura di tutti i soggetti interessati (Allegato D-3);

- dichiarazione sostitutiva del possesso dei requisiti per l’esercizio delle attività disciplinate dal T.U.L.P.S., da compilarsi a cura di tutti i rappresentanti legali (Allegato D-4);

Deve essere presentata, inoltre, la seguente documentazione:

- atto costitutivo e statuto della società (nell’oggetto sociale deve risultare l’attività di agenzia di viaggio, secondo il disposto dell’art. 3 della L.R. 13/1988);

- documentazione attestante eventuali variazioni intervenute successivamente alla costituzione della società;

- pianta quotata dei locali corrispondente alla reale situazione esistente, redatta da un tecnico abilitato;

- relazione tecnico-illustrativa dei locali, redatta da un tecnico abilitato;

- relazione descrittiva relativa all’arredamento e alla moderna efficienza delle attrezzature e degli strumenti operativi, debitamente sottoscritta dal rappresentante legale;

- documentazione attestante il regolare rapporto giuridico formalizzato tra l'agenzia e il direttore tecnico (salvo che la direzione tecnica sia svolta direttamente dal titolare);

- fotocopia di un documento d'identità valido (di tutti i rappresentanti legali e del direttore tecnico).

Con l’entrata in vigore della Legge 18 giugno 2009, n. 69, l’attività di agenzia di viaggio e turismo può essere avviata dalla data di presentazione della dichiarazione allo Sportello Unico competente, (salvo che le DUAAP prevedano interventi edilizi, nel qual caso producono sempre i loro effetti decorsi 20 giorni dalla presentazione al SUAP).

Affinché le DUAAP possano consentire l’inizio dell’attività fin dalla data di presentazione allo Sportello, devono essere posti in essere e documentati, fin dall’origine, i seguenti adempimenti:

Versamento alla Tesoreria della Provincia di Sassari di un deposito cauzionale in titoli di rendita pubblica o al portatore, esenti da qualsiasi vincolo, ovvero fideiussione bancaria o assicurativa  (rilasciata da impresa di assicurazione in regola con il disposto della legge 10 giugno 1982, n. 348 e successive integrazioni e modificazioni, regolarmente autorizzate all’esercizio del ramo cauzione) in misura pari a €. 22.504,00, secondo le caratteristiche illustrate nel riquadro:

Per la fideiussione dovrà essere indicato, ai sensi del comma 4 dell’art. 10 della L.R. n. 13/88, che la stessa è prestata a garanzia del corretto svolgimento delle attività dell’agenzia e delle sue eventuali filiali o succursali, nonché dell’esatto adempimento dei vari obblighi ad essa derivanti dalla L.R. n. 13/1988.

Dovrà, inoltre, essere indicato:

Ente garantito: Provincia di Sassari, P.zza d’Italia n. 31 - Sassari;

Contraente: Nome titolare, in qualità di ___________________ della Società/Impresa individuale _________________ domicilio legale ____________________ Partita IVA _________________, esatta denominazione e sede agenzia__________________________________________________;

Iscrizione al registro regionale: iscrizione n. ____ al registro regionale delle agenzie di viaggio e turismo (Determinazione del direttore del Servizio Turismo dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio della RAS n. ___ del _______________);

Liberazione della garanzia: la clausola non deve contenere casi che comportino limitazioni della garanzia o possibilità di liberazione senza preventivo consenso dell’Ente garantito;

Durata della garanzia: coincide con la durata dell’autorizzazione, salvo disdetta delle parti previamente autorizzata dall’Ente garantito a seguito della sostituzione della garanzia con altra accettata dall’Ente garantito medesimo, la durata è tacitamente prorogata di anno in anno;

Pagamento somme garantite: a semplice richiesta scritta e senza riserva alcuna, entro il termine di 30 giorni, dalla comunicazione dell’Ente garantito; l’importo dovrà essere corrisposto dalla società dopo un semplice avviso al contraente;

Pagamento del premio: il mancato pagamento del premio non potrà essere opposto all’Ente garantito;

Foro competente: esclusivamente quello dell’autorità giudiziaria del luogo ove ha sede l’Ente garantito.

Stipula di adeguata polizza assicurativa, a garanzia del corretto ed esatto adempimento degli obblighi assunti verso i clienti con il contratto di viaggio (articolo 11, L.R. n. 13/1988);

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta al Menù di navigazione ]

Ricerca

[ Torna all'inizio della pagina ]