[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Leggi il contenuto

Cargeghe

cargeghe

Cargeghe (in sardo Carzèghe) è un comune di 606 abitanti.

È sede della Biblioteca di Sardegna, la prima interamente dedicata al libro sardo, e della Fototeca di Sardegna, entrambe dirette fin dalla fondazione dal giornalista Corrado Piana.

La presenza umana, nel territorio di Cargeghe, in epoca preistorica è documentata dai nuraghi che vi sono presenti: Pedras serradas, Cherchizzos, Santa Maria, Madra de sa Giua e da alcune domus de janas.

Il canonico Spano, nel suo Vocabolario Sardo Geografico Patronimico ed Etimologico, senza indicare da quale radice provenga il nome di Cargeghe, scrive che tale parola deriva da KAR, città CHAG, città allegra, festiva. In tempi più recenti, partendo da una delle grafie più antiche del nome, “Carjèghe”, la assimila al termine che in logudorese indica la ciliegia: cariàsgia o cariasa. Cargeghe significherebbe, dunque, “sito ricco di ciliegi”.

Vai al sito

 

 

[ Torna all'inizio della pagina ]