[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Leggi la Notizia

Campo polivalente, spazi verdi e arredi per il parkour: ecco il nuovo look del “Meridda” (lunedì 17 giugno 2013)

Argomento:

  • Edilizia e Patrimonio |
Istituto_arte

Un nuovo spazio verde nel cuore della città, dedicato allo sport e aperto a tutti. La Provincia di Sassari rifà il look alla palestra “Meridda” di via Pompeo Calvia. Compresa nel complesso che ospita l’Istituto statale d’Arte “Filippo Figari” di piazza d’Armi, la storica struttura sportiva cittadina è stata ripensata per poter soddisfare, oltre alle esigenze degli studenti, quelle di tutto il quartiere, degli appassionati degli sport più diffusi e di chi pratica nuove discipline che finalmente troveranno casa tra l’area verde, il campo polivalente e la palestra. Nei giorni scorsi i lavori sono stati consegnati alla ditta “Pro.Mu. Restauri artistici” di Viterbo, che si era aggiudicata l’appalto di un’opera per la quale la Provincia ha stanziato una spesa di 300mila euro. Si procederà col recupero e la riqualificazione dello spazio esterno alla palestra, dove si trova il campo sportivo e l’area a verde, compresi gli spogliatoi, i bagni e gli altri locali.

La realizzazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura piana della palestra consentirà un significativo risparmio energetico per la completa autonomia della struttura, «coniugando le esigenze architettoniche a quelle di natura ambientale, proprio secondo gli impegni che, in tema di opere pubbliche, questa amministrazione si è prefissata e sta cercando di portare avanti», come spiega l’assessore provinciale del Patrimonio e dell’Edilizia scolastica, Gaetano Ledda. Per questi stessi motivi, aggiunge l’assessore, «le opere saranno realizzate con materiali che garantiscano maggiore sostenibilità ambientale e durata nel tempo con minore costo di manutenzione».

Nello spazio all’aperto è prevista la realizzazione di un campo polivalente per il calcetto, il basket, la pallavolo, il tennis e la pallamano. Nell’area coperta che si trova tra la palestra e gli spogliatoi verrà installata una parete per l’arrampicata sportiva a tre vie. Lo spazio tra il campo sportivo e via Deffenu sarà trasformato in un piccolo parco, che sarà arredato in modo tale da ospitare attività ludiche e sportive in continua crescita, come il parkour, la disciplina metropolitana nata in Francia negli anni Novanta, che in città è letteralmente esplosa negli ultimi anni soprattutto tra i giovanissimi e che consiste in una serie di prove a ostacoli che richiedono grande destrezza e agilità.

«Restituiamo alla città uno spazio che ha fatto la storia dello sport sassarese, e che grazie a questo restyling si presenta come un vero e proprio luogo di incontro per gli sportivi e non solo», dice con soddisfazione il presidente della Provincia, Alessandra Giudici. «Per come è concepito e per la sua posizione, il nuovo complesso del “Meridda” sarà davvero a disposizione di tutti e diventerà la meta di tanti giovani che sinora hanno praticato il loro sport preferito senza poter contare su uno spazio adeguato». Ovviamente, tutto ciò avverrà in accordo con la scuola e con le associazioni sportive che già disponevano dell’autorizzazione per l’utilizzo della palestra e degli altri spazi.

[ Torna all'inizio della pagina ]