[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Leggi la Notizia

CSL - Agenzia Regionale del Lavoro. Nuovi servizi e opportunità per l'occupazione (mercoledì 24 giugno 2015)

Guido Sechi Il personale impiegato presso la sede di Sassari dell’Agenzia regionale del lavoro, inizierà presto a svolgere la propria attività presso gli uffici dei Centri Servizi per il Lavoro della Provincia.  Questo è quanto stabilisce la  recente deliberazione (n.2 del 17/06/2015) dell’Amministratore straordinario della Provincia di Sassari dott. Guido Sechi.
In un territorio martoriato dalla crisi occupazionale ed economica, il tema del lavoro e dell’occupazione deve diventare l’obiettivo principale delle politiche pubbliche. Attraverso questa collaborazione si intende dare centralità alle politiche per l’occupazione e potenziare il ruolo attivo dei  Centri per il Lavoro che dovranno gestire, oltre all’offerta consolidata dei servizi all’impiego, anche tutte le nuove misure e i nuovi ammortizzatori programmati dalla Regione Sardegna.
Grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo, la regione ha messo in campo una serie di nuove misure per  rispondere al protrarsi della crisi, adottando un approccio attivo fondato su meccanismi di incentivazione e sull’accompagnamento al lavoro che individua nei Centri Servizi per l'Impiego il soggetto pubblico deputato a coinvolgere e orientare i lavoratori nel percorso di inserimento o reinserimento. Queste nuove misure richiedono uno sforzo eccezionale da parte degli operatori dei centri provinciali e il coinvolgimento diretto delle professionalità dell’agenzia regionale consentirà di procedere ad un  rapido  potenziamento dell’offerta dei servizi per l’impiego.
Una collaborazione, quella tra il personale dell’Agenzia Regionale e i Centri Servizi per il Lavoro della provincia, che anticipa  l'approvazione della riforma in materia dei servizi e delle politiche per il lavoro, che prevede la regionalizzazione dei servizi e  la riorganizzazione della  stessa Agenzia regionale attraverso l'incorporazione dei centri servizi istituiti dalle province e del personale che oggi opera  presso gli stessi centri.
Il coinvolgimento dei dipendenti dei due enti riguarderà principalmente la gestione delle attività collegate al bando regionale per le politiche di Flexicurity che consentirà di trasformare i periodi di disoccupazione in occasioni importanti per acquisire nuove competenze, prevedendo periodi di tirocinio in azienda, con un sostegno al reddito per il lavoratore, pari a 600 euro per sei mesi. I dipendenti dell’Agenzia Regionale affiancheranno i colleghi della provincia nelle attività relative al programma Garanzia Giovani, e in quelle relative ai cosiddetti Interventi Coordinati per l’Occupazione, con i quali la regione intende sostenere le imprese alla ricerca di personale, in particolare in quei settori strategici per lo sviluppo economico e sociale del territorio.
 

[ Torna all'inizio della pagina ]